Nota metodologica

Il Gruppo ENAV, in conformità a quanto previsto dall’art. 5, comma 3, lettera b) del Decreto Legislativo 254/2016 (di seguito il “Decreto”), ha predisposto la Dichiarazione consolidata di carattere non finanziario (nel seguito anche “Dichiarazione”), che costituisce una dichiarazione distinta dalla relazione sulla gestione.

La Dichiarazione, redatta per il primo anno ai sensi degli articoli 3 e 4 del Decreto secondo quanto previsto dal Decreto, contiene informazioni relative ai temi ambientali, sociali, attinenti al personale, al rispetto dei diritti umani e alla lotta contro la corruzione attiva e passiva. L’ampiezza e la qualità della rendicontazione riflettono il principio di rilevanza (o “materialità”), elemento previsto dalla normativa di riferimento e caratterizzante gli standard GRI, secondo cui le informazioni da fornire sono definite dalla Società a fronte di un’analisi che identifica le informazioni rilevanti in virtù “della misura necessaria ad assicurare la comprensione dell’attività dell’impresa, del suo andamento, dei suoi risultati e dell’impatto dalla stessa prodotta” o in grado di influenzare in modo sostanziale le valutazioni e le decisioni degli stakeholder (si veda il paragrafo “Tematiche rilevanti per il Gruppo”).

Per la redazione della presente Dichiarazione ci si è avvalsi di specifici principi e metodologie previste dai più recenti standard pubblicati nel 2016 dal Global Reporting Iniziative (“GRI Standards - opzione GRI-referenced”), autorevole organismo indipendente dedicato alla definizione di modelli per il reporting non-finanziario. In particolare, la Dichiarazione fa riferimento ai GRI Sustainability Reporting Standards, pubblicati nel 2016 dal GRI – Global Reporting Initiative indicati nel paragrafo “GRI Standards utilizzati nel presente documento” (vedi Tabella GRI - Allegato 2).

Si sottolinea poi che, laddove il Gruppo non ha ritenuto necessario dotarsi di policy relative agli ambiti richiamati dal D. Lgs. n. 254/2016, le ragioni di tale scelta sono da ritrovarsi nel buon funzionamento di prassi consolidate o nel non averne colto l’esigenza fino ad oggi. A questo proposito, si precisa che all’interno del documento con il termine Policy si fa riferimento a documenti formalizzati ed approvati, mentre con il termine “politica” si fa riferimento a pratiche o “prassi.”

Il presente documento è approvato dal CdA di ENAV in data 12 marzo 2018.

Come previsto dal D.Lgs. 254/2016, la Dichiarazione è sottoposta ad esame limitato secondo quanto previsto dal principio International Standard on Assurance Engagements (ISAE 3000 Revised) da parte di EY S.p.A.

La Dichiarazione consolidata di carattere non finanziario 2017 è disponibile sul sito internet del Gruppo (www.enav.it).

Perimetro di reporting

Le informazioni qualitative e quantitative contenute nella Dichiarazione non finanziaria si riferiscono alla performance del Gruppo ENAV (di seguito anche “il Gruppo”) per l’esercizio chiuso il 31 dicembre 2017. A tali dati è stato deciso di affiancare i dati e le informazioni relative all’esercizio precedente, ad eccezione di alcuni casi in cui non è stato possibile reperire il dato.

Si fa presente che, all’interno del testo, per “Gruppo ENAV” si intende l’insieme delle società composto dalla Capogruppo, ENAV S.p.A. e delle società controllate consolidate con metodo integrale nel bilancio finanziario: Techno Sky S.r.l., ENAV Asia Pacific Sdn Bhd ed ENAV North Atlantic LLC. Si consideri che nel testo della Dichiarazione con i termini “ENAV” e “la Società” si fa riferimento esclusivamente alla Capogruppo ENAV S.p.A. Eventuali limitazioni del perimetro di rendicontazione sono riportate nella tabella “Perimetro dei temi materiali identificati”.

Tematiche rilevanti per il Gruppo

In base a quanto disciplinato dal Decreto e dai principi definiti dai GRI Standards, è stata svolta un’analisi di materialità (significatività) delle tematiche non-finanziarie del Gruppo ENAV, che ha permesso di definire l’insieme di aspetti da rendicontare all’interno della Dichiarazione.

Il processo di analisi di materialità è stato condotto seguendo tre fasi principali: identificazione preliminare, valutazione e definizione delle tematiche e, infine, prioritizzazione delle stesse.

Considerando come punto di partenza le indicazioni fornite dal D.Lgs. 254/16, sono state identificate le tematiche potenzialmente rilevanti in base ad un’analisi delle attività svolte dal Gruppo ENAV, delle caratteristiche del settore, degli approcci adottati da aziende comparabili a livello nazionale e internazionale e dei temi suggeriti dal GRI per ciascun settore economico. Successivamente, le tematiche identificate preliminarmente sono state discusse e valutate dal management (Direzioni) in incontri finalizzati a definire quelle più rappresentative degli impatti sociali e ambientali generati dal Gruppo oppure quelle tematiche che sono in grado di influenzare le decisioni dei propri stakeholder.

Infine, le tematiche individuate sono state valutate dalle stesse Direzioni secondo una scala di priorità in base alla significatività dell'impatto per il Gruppo e per gli stakeholder. Tali tematiche sono rappresentate nella matrice di materialità riportata di seguito.

In aggiunta agli aspetti rappresentati in matrice, il Gruppo considera il tema legato alla Governance efficace” presupposto imprescindibile per lo svolgimento delle attività aziendali.

Per quanto riguarda i consumi idrici e le emissioni inquinanti, tali aspetti non sono risultati materiali alla luce dell’attività svolta dal Gruppo e a seguito delle analisi svolte per l’individuazione dei temi materiali.

La tabella che segue schematizza il perimetro di ciascun tema materiale, evidenziando il perimetro interno (Società del Gruppo) ed esterno per cui la tematica risulta materiale. Ad oggi non sono stati individuati temi con impatti rilevanti su entità esterne al Gruppo.

Si precisa che, laddove la tematica non riguardi tutto il Gruppo, la stessa è stata considerata non rilevante per la/le società escluse in considerazione della tipologia di attività svolta e/o delle aree geografiche di presenza.

Si sottolinea che con riferimento alle tematiche legate al personale è stato incluso nel perimetro 2016 anche il Consorzio SICTA (in particolare, i temi rilevanti in cui il Consorzio SICTA è compreso per il 2016 sono “Relazione con i dipendenti”, “Adeguatezza del capitale umano” e “Pari Opportunità”, “Salute e sicurezza dei lavoratori”). Il Consorzio SICTA è stato posto in liquidazione il 28 marzo 2017.

Infine, si sottolinea, che per le tematiche relative a “Relazione con i dipendenti”, “Salute e sicurezza dei lavoratori” e “Gestione dei rifiuti”, non sono stati raccolti i dati relativi a ENAV Asia Pacific Sdn Bhd.

Tabella: Perimetro dei temi materiali identificati

Ambiti D.Lgs 254/2016Temi materiali identificatiGRI StandardsPerimetro dell’aspetto
SocialeSafetyCustomer Health and SafetyENAV S.p.A e Techno Sky
Qualità del servizioApproach to stakeholder engagementGruppo
SecurityCustomer Health and SafetyENAV S.p.A e Techno Sky
Relazioni con Enti e IstituzioniMembership of associationsGruppo
Relazioni con i clientiApproach to stakeholder engagementGruppo
Pagamento dei fornitoriApproach to stakeholder engagementGruppo
Rispetto di criteri sociali e ambientali nella catena di fornituraSupplier Social Assessment Supplier Environmental AssessmentGruppo
Emissioni elettromagneticheLocal CommunitiesENAV S.p.A e Techno Sky
Relazioni con associazioni di settoreMembership of associationsGruppo
Rispetto della normativaEnvironmental Compliance Socioeconomic ComplianceGruppo
PersonaleRelazioni con i dipendentiLabor/Management RelationsGruppo
Adeguatezza del capitale umanoTraining and EducationGruppo
Salute e sicurezza dei lavoratoriOccupational Health and SafetyGruppo
Welfare aziendaleEmploymentGruppo
Pari opportunitàDiversity and Equal OpportunityGruppo
Diversità negli organi di governo e controlloDiversity and Equal OpportunityENAV S.p.A e Techno Sky
Lotta alla corruzione attiva e passivaLotta alla corruzioneAnti-corruptionGruppo
Diritti umaniRispetto dei diritti umani nelle operazioni commercialiHuman Rights AssessmentENAV S.p.A e ENAV Asia Pacific Sdn Bhd
Rispetto dei diritti umani in aziendaHuman Rights Assessment Non-discriminationGruppo
AmbienteGestione dei rifiutiEffluents and WasteGruppo
Emissioni di gas serraEnergy EmissionsGruppo
BiodiversitàBiodiversityENAV S.p.A e Techno Sky

GRI Standards utilizzati nel presente documento

Nell’allegato GRI Standards” (vedi Tabella GRI - Allegato 2) è riportata la lista degli standard GRI cui si è fatto riferimento all’interno della presente Dichiarazione, secondo quanto previsto dallo Standard GRI 101: Foundation, paragrafo 3.