L’Academy di ENAV

Al fine di mantenere ai massimi livelli gli standard qualitativi del servizio, ENAV non può prescindere dal considerare l’investimento nella formazione una priorità. In qualità di unica società in Italia autorizzata a selezionare, formare e aggiornare i diversi profili professionali che operano nei servizi per il controllo del traffico aereo civile (controllori del traffico aereo, operatori FIS, meteorologi e piloti di Radiomisure), ENAV negli anni ha saputo mettere la formazione operativa sempre più al centro delle proprie scelte strategiche arrivando a posizionarsi ai più alti livelli tra i service provider internazionali per quantità e qualità di servizio erogato.

Academy è un centro di eccellenza nazionale ed internazionale per la formazione e l’addestramento in ambito Air Traffic Management. La sua missione è progettare e realizzare soluzioni di apprendimento per lo sviluppo delle competenze tecniche e manageriali per la gestione del traffico aereo. La sede si trova a Forlì al centro di un distretto della conoscenza aeronautica che ospita la Seconda Facoltà di Ingegneria dell'Università di Bologna (Corsi di Ingegneria Aerospaziale e Ingegneria Meccanica), l'Istituto Tecnico Aeronautico Statale "Francesco Baracca", scuole di volo e per manutentori aeronautici. Academy offre ai propri partecipanti un ambiente dedicato all'apprendimento, con aule didattiche da 6 a 30 posti, una sala conferenze da 200 posti, simulatori e servizi di supporto mentre, per le proprie attività di training, Academy si avvale di tecnologie di simulazione dedicate:

Sale di simulazione radar

2

Sale di simulazione radar
(24 postazioni in 12 suites)

Laboratorio per la prototipazione rapida e la validazione degli scenari

1

Laboratorio per la prototipazione rapida e la validazione degli scenari

Simulatori di torre 3d 270°

8

Simulatori di torre 3d 270°

Simulatore di volo crj

1

Simulatore di volo crj

Stazioni di lavoro ptt

7

Stazioni di lavoro ptt
(Part Task Trainer)

La formazione interna del personale tecnico-operativo

La figura geometrica di riferimento di un controllore del traffico aereo è un parallelepipedo. È dentro quello spazio che ogni aeroplano in navigazione deve muoversi senza mai sconfinare rispetto ad un altro aeromobile: 1.000 piedi sul piano verticale (circa 330 metri) e 5 miglia sul piano orizzontale (circa 9 chilometri). È dentro quello spazio che i controllori del traffico aereo, seduti davanti ad un monitor pieno di puntini luminosi, dimostrano la loro abilità e la loro capacità di fare in modo che i piloti, con cui sono in contatto radio, rispettino le indicazioni.

Essere un controllore del traffico non è un lavoro come gli altri: richiede grande responsabilità, capacità di gestire lo stress ed una forte attitudine al teamworking. È un lavoro che nasce da una grande passione e per il quale vengono scelti i migliori. Per questi motivi, una particolare attenzione è posta allo sviluppo delle competenze attraverso la formazione e il training on the job, fattori che assumono un ruolo determinante nel raggiungimento degli obiettivi e nella possibilità di svolgere il delicato ruolo che l’azienda è chiamata a ricoprire.

La Mission di Academy, infatti, è quella di sovraintendere alla formazione inerente ai servizi della navigazione aerea per il personale della Società e del Gruppo, o per i clienti esterni, garantendo la costante rispondenza degli standard formativi e didattici alle normative settoriali, nazionali e internazionali, con particolare riferimento alla regolamentazione in materia di Cielo Unico Europeo. In virtù di ciò, le attività di progettazione del training certificato e non certificato realizzate in Academy, devono soddisfare alcuni requisiti generali, con l’obiettivo di perseguire i più alti livelli di qualità; per ogni attività formativa ci si propone quindi di perseguire i seguenti target:

  • definire con chiarezza le finalità generali e gli obiettivi specifici che il training intende conseguire;
  • declinare gli obiettivi di sviluppo delle competenze in termini di conoscenza, capacità e comportamenti;
  • definire le condizioni di processo e le modalità didattiche necessarie per la realizzazione del training e il sistema di verifica degli obiettivi.

Ogni progetto di training deve quindi prevedere sempre informazioni relative all’articolazione e alla durata del training, alle modalità di erogazione, alle caratteristiche e ai bisogni della target population, agli obiettivi didattici e ai riferimenti normativi applicabili.

L'anno 2017 ha confermato il trend in atto nella formazione gestita da Academy, registrando un marcato spostamento dalla formazione iniziale verso la formazione continua. Un cambiamento destinato ad essere confermato, anche in virtù del ruolo di Academy nei piani di addestramento derivanti dall'introduzione del reg. 340/2015. L'enfasi del training si sposta dunque dalla stabilità nell'erogazione di programmi lunghi e con una progettazione stabile nel tempo (tipica della formazione iniziale) alla frammentazione della formazione continua, caratterizzata da durate brevi, bassa numerosità dei partecipanti e continua necessità di progettazione e riprogettazione per assicurare la piena rispondenza ai bisogni.

Nel corso dell'anno è stata avviata l'erogazione del Programma di aggiornamento OJTI (OJTI Refresher) rivisto in accordo al Regolamento 340/2015, prevedendo così l'inserimento della dimensione Human Factor all'interno delle due giornate di attività destinate a tutti gli istruttori operativi presenti negli impianti.

Le attività svolte sono caratterizzate dal costante impegno nel perseguire una elevata qualità del training erogato, nonché l'allineamento con la normativa nazionale e internazionale di riferimento. Nel 2017 è stata portata a termine l'attività - avviata nel biennio 2015-2016 - di rivisitazione dei training plan, delle pratiche di valutazione e di adeguamento delle modalità di gestione del training per recepire i cambiamenti introdotti dal Regolamento 340/2015.

Le attività svolte sono riconducibili ai seguenti ambiti, presidiati da specifici settori di Academy:

  • Formazione ab initio: progetta e gestisce le attività di erogazione dei corsi di formazione di base previsti per il personale operativo in ambito ANS
  • Formazione avanzata: progetta e gestisce le attività di erogazione dei corsi di formazione avanzata previsti per il personale operativo in ambito ANS
  • Formazione continua: garantisce l’aggiornamento professionale dei docenti, degli istruttori e degli esaminatori. Fornisce supporto alle Strutture territoriali per l’allineamento delle attività formative nell’ambito dell’on the job training (UTP) ai programmi e ai corsi erogati dalla funzione Academy. Coordina l'accertamento della competenza della lingua inglese in ambito aeronautico
  • Progetti esterni: cura, in coordinamento con la funzione Sviluppo Commerciale, le attività progettuali di servizi formativi verso terzi, contribuendo all’analisi dei fabbisogni e alla progettazione dei corsi, garantendone la successiva realizzazione.
  • Human Factor: cura l’integrazione e l’omogeneizzazione dei principi dello human factor relativi alle competenze non tecniche nei processi di training (Training Plan e UTP).
  • Metodologie e Sistemi per la Didattica: è il settore che cura la definizione di metodologie, tecniche e strumenti per il miglioramento delle attività formative, in linea con le best practices in materia di formazione. Definisce tecniche innovative e soluzioni di apprendimento per la gestione dell’aula e per la conduzione di gruppi in formazione e addestramento. Ingegnerizza e sviluppa, in coordinamento con le altre strutture competenti, materiali e supporti per i programmi di addestramento e di “on the job training".
Formazione

I corsi ab initio, relativi all’ultima ricerca di personale per controllori del traffico aereo, si sono completati nel 2014 ed hanno segnato un punto di svolta nella composizione dei fabbisogni di addestramento del personale operativo ENAV: completata la formazione e l'inserimento delle risorse umane necessarie per garantire il turn over, il fabbisogno prevalente è diventato quello relativo all'aggiornamento continuo e - in misura marginale - alla riconversione. La diminuzione del numero di ore, registrata nel 2017, rispetto al 2016, è pari a 60.360 ore (-71%); ciò è imputabile alla prosecuzione del trend che vede la diminuzione di programmi ab initio (caratterizzati da lunga durata ed elevato numero di ore/allievo) e la maggiore incidenza delle attività di formazione continua (caratterizzate da breve durata e basso numero di ore/allievo).

La formazione verso terzi

Gli scenari e le specifiche operative sono adattabili in base agli obiettivi dei corsi, arrivando alla possibilità di costruire scenari aeroportuali e aree di servizio personalizzate. Ciò consente anche di realizzare progetti su misura per il cliente, sulla base delle specifiche esigenze logistiche e organizzative. L'offerta formativa di Academy, dunque, si rivolge sia alle figure professionali strettamente connesse al Controllo del Traffico Aereo, sia a soggetti che, operando a vario titolo nel settore aeronautico, necessitano di corsi di formazione specifici nel campo della navigazione aerea (p.es. compagnie aeree, società di gestione aeroportuale, gestori di servizi per il traffico aereo, industrie aeronautiche ed enti governativi del settore del trasporto aereo).

Gli obiettivi generali che caratterizzano la gestione della formazione di soggetti esterni sono analoghi a quelli adottati per la formazione del personale interno con l’aggiunta di una particolare attenzione alla cura della gestione della relazione con il cliente.

L’attività di progettazione del training per soggetti terzi si pone gli stessi obiettivi di eccellenza che caratterizzano la formazione interna; per ogni attività formativa vengono definiti:

  • le finalità generali e gli obiettivi specifici che il training intende conseguire;
  • gli obiettivi di sviluppo delle competenze in termini di conoscenza, capacità e comportamenti;
  • le condizioni di processo e le modalità didattiche necessarie per la realizzazione del training e il sistema di verifica degli obiettivi.

I programmi formativi sono rivolti ad ANSP (p.e. Croazia, Libia) per la formazione del proprio personale operativo, a Istituti tecnici Aeronautici (Fabio Besta di Ragusa) per la familiarizzazione ATC, a specialisti della progettazione spazi aerei e rispondono a un’ampia gamma di bisogni, quali:

  • Addestramento ADI TWR APS ACS: training finalizzato all'acquisizione/reintegro di abilitazioni in ambiente Torre e Radar
  • Corso FISO e MET AFIS: training finalizzato al conseguimento della licenza FISO (Flight Information Service Officer/Operatore del Servizio Informazioni Volo) e specializzazione MET AFIS (abilitazione alla fornitura di servizi meteorologici per la navigazione aerea)
  • Apron management: addestramento sulla gestione dei piazzali destinato a personale delle Società di Gestione
  • Meteo: addestramento sulle tecniche di osservazione e/o previsione meteorologica
  • Seminari ATM (studenti ITAER): familiarizzazione sui temi ATM e Meteo per studenti di Istituti tecnici a indirizzo Trasporti e Logistica (ex ITAER)

Particolare rilievo hanno avuto nel 2017 le attività svolte a favore del cliente UAE (United Arab Emirates) a favore del quale è stata svolta una attività di Training Needs Analysis e una ampia produzione di addestramento in modalità e-learning: un totale di 96 moduli, oltre 22 ore di e-learning destinate a 583 CTA.

Sono inoltre proseguite le attività a favore di clienti che utilizzano gli ambienti di simulazione di Academy come metafora per lo sviluppo di competenze manageriali: all'interno dei simulatori di torre, radar e di volo sono condotte esperienze coinvolgenti e in grado di migliorare le capacità di comunicazione, di gestire lo stress, di lavorare in gruppo.

Formazione esterna


Il ruolo di Academy per il polo tecnologico aeronautico e per il territorio

L’Academy di ENAV, collabora con istituzioni del territorio e in particolare con quelle impegnate nel sistema di formazione: l'Istituto Tecnico Aeronautico Baracca, la Facoltà di Ingegneria dell'Università di Bologna e l'ISAERS (società consortile che ha l'obiettivo di promuovere e sviluppare attività di formazione e ricerca in campo aeronautico e aerospaziale all'interno del Polo Tecnologico Aeronautico di Forlì).

La presenza di Academy sul territorio forlivese ha generato negli anni un significativo impatto sullo sviluppo locale. Analisi effettuate sul periodo 2007-2012 hanno stimato un impatto economico diretto pari a ca. 23 milioni di Euro nel periodo, cui si devono aggiungere l'indotto generato ed alcuni effetti intangibili non di secondaria importanza come:

  • l'aumento dei livelli di scolarità derivanti dalla presenza di nuove opportunità formative;
  • la cooperazione con le realtà locali e il supporto ai processi di innovazione;
  • il contributo allo sviluppo del Polo Tecnologico Aeronautico, che ha generato un effetto positivo sull’attrattività del territorio;
  • una maggiore visibilità del territorio sui media

Da ultimo è opportuno segnalare come l’azione di ENAV Academy sul territorio forlivese non si esaurisca nel rapporto con l’istruzione. Nell'ambito delle relazioni con gli stakeholder istituzionali infatti, Academy collabora con realtà quali Unindustria e la Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì.