Le relazioni industriali

Efficienza e valorizzazione delle persone, solidarietà e innovazione sono i principali argomenti sui quali si è sviluppato il dialogo sociale nel corso del 2017, ispirato ai principi di massima correttezza, imparzialità ed indipendenza così come richiamato dal Codice Etico di Gruppo.

Per quanto riguarda la ricerca della miglior sintesi tra efficienza e valorizzazione delle persone, si evidenzia il significativo accordo del 14 aprile 2017 che, muovendo delle importanti novità introdotte dal Jobs Act in tema di mansioni dei lavoratori, è volto a garantire l’employability delle persone ENAV coniugando azioni di ottimizzazione organizzativa e di riqualificazione professionale preceduta da idonei percorsi formativi. Una prima applicazione di questo accordo ha già visto coinvolte circa 30 risorse che oggi svolgono una nuova attività.

Nella stessa ottica si inquadra l’accordo del 23 novembre 2017 sui riflessi sul personale derivanti dallo spostamento all’ACC di Roma Ciampino della gestione degli avvicinamenti allo spazio aereo di Olbia. Anche in tal caso l’intesa ha consentito di coniugare l’efficienza organizzativa con la valorizzazione professionale, in particolare grazie all’attività di formazione. L’adeguamento dell’organico dell’aeroporto di Olbia, che sarà tarato sui nuovi livelli di servizio (e dunque al netto dell’avvicinamento), è stato oggetto di uno specifico focus con il sindacato, culminato nell’apertura di un percorso di crescita professionale che coinvolgerà circa il 30% dei controllori di Olbia, i quali, dopo un accurato periodo di training, potranno conseguire la specializzazione di controllore di Air Control Center e svolgere le loro funzioni presso il Centro di Controllo di Milano.

La solidarietà è stata la “molla” che ha spinto gli attori delle relazioni industriali a stipulare l’accordo sulla cessione delle ferie, il cosiddetto progetto “ferie solidali” di cui si parla più approfonditamente nel paragrafo relativo alle pari opportunità.

Sul fronte del dialogo a sostegno dell’innovazione si segnala l’intesa volta a garantire l’eccellenza del servizio attraverso la previsione di misure rivelatesi idonee a sostenere la crescita del traffico derivante dall’entrata a pieno regime del Free Route.

Sul fronte degli scioperi, nel 2017, in ENAV ne sono stati registrati 3 nazionali per un totale di 12 ore, con un decremento del 50% rispetto al 2016 e con un tasso di adesione media del 22%.

Gli scioperi indicati sono stati proclamati per rivendicare la rappresentatività da parte di sigle minori, in riferimento ad alcune attività di riorganizzazione aziendale e per contestare l’eventualità della cessione a Cassa Depositi e Prestiti di una quota del pacchetto azionario oggi detenuto dal MEF.

Il numero dei dipendenti iscritti al sindacato è stato pari a 2.306 persone con una percentuale sul totale dei dipendenti del 67%. La rilevazione degli iscritti viene effettuata il 1° gennaio di ciascun anno. L'adesione o la revoca del dipendente al sindacato, formulata per iscritto, viene mensilmente raccolta, elaborata e trasmessa all'ufficio competente che provvede all’immissione a ruolo. I dati vengono poi conservati in appositi armadi atti a garantire la riservatezza delle informazioni contenute.

Si precisa infine che al 100% dei dipendenti ENAV è applicata la contrattazione collettiva di riferimento.

Per quanto riguarda il contenzioso del lavoro, va segnalato che nel corso del 2017 si è registrato un numero esiguo (11) di nuove controversie intentate contro la Società, riguardanti alcuni aspetti relativi al rapporto di lavoro (demansionamento - illegittimità licenziamento - mansioni superiori - differenze retributive – assunzione). Sul totale di giudizi conclusisi nel 2017 il 64% si è risolto con sentenze favorevoli ad ENAV (69% nel 2016) mentre per il 13% (15% nel 2016) si è addivenuti a risoluzioni transattive.

Per quanto concerne la società del Gruppo Techno Sky, che applica il CCNL metalmeccanico, questa, in coordinamento con la Capogruppo, svolge direttamente l’attività di gestione delle relazioni sindacali con le rappresentanze dei lavoratori metalmeccanici.

Gli obiettivi generali perseguiti da Techno Sky fanno riferimento principalmente al mantenimento di un buon clima aziendale attraverso il dialogo ed il confronto con le Organizzazioni sindacali nonché al miglioramento della gestione e della produttività della forza lavoro. Le azioni poste in essere per raggiungere tali obiettivi consistono nello sviluppo di relazioni collaborative e continue che si sostanziano in incontri specifici per l’illustrazione delle modifiche organizzative e nella negoziazione di accordi integrativi del CCNL nazionale sulle materie delegate al livello aziendale, quali, a titolo di esempio: orario di lavoro, mobilità geografica del personale, premio di risultato.

Sono inoltre convocati incontri annuali informativi in ordine al piano industriale ed alle attività presenti e future dell'azienda, sulla situazione economica, sull'andamento prevedibile dell'occupazione.

Nel 2017, in Techno Sky il numero dei dipendenti iscritti al sindacato si è attestato a 382 unità (48% della forza lavoro) con una flessione del 3% rispetto all’anno precedente (51% nel 2016).

Sempre nel 2017 si è invece registrata una sostanziale riduzione del numero degli scioperi nazionali: un solo sciopero a fronte dei 7 del 2016. A tale sciopero, della durata di 24 ore, proclamato dalla Organizzazione Sindacale USB (non riconosciuta dall’Azienda) avente come motivazione la richiesta di applicazione del CCNL del trasporto aereo, in luogo di quello metalmeccanico, ha peraltro aderito solo l’1,22% del personale.

Si è ridotto il numero di contenziosi (20 in luogo dei 21 del 2016) con i dipendenti (di cui 15 da parte del personale tecnico che rivendica l'applicazione retroattiva nei propri confronti del CCL ENAV e che, sinora, ha visto un andamento totalmente favorevole alle tesi aziendali).

Infine il numero di dipendenti coperti da accordi collettivi di contrattazione di diverso livello è di 799 unità, pari al 100% dei lavoratori dipendenti non dirigenti. Questi ultimi (16 unità) sono regolati esclusivamente dal CCNL dei dirigenti di aziende produttrici di beni e servizi.

Per ENAV e Techno Sky i cambiamenti organizzativi significativi vengono comunicati con un congruo preavviso.

- 50%

Di ORE DI SCIOPERO DAL 2016 AL 2017 PER ENAV

- 65%

ORE DI SCIOPERO DAL 2016 AL 2017 PER TECHNO SKY